ELSA SCHIAPARELLI

Proveniente da una famiglia molto benestante di grandi intellettuali, Elsa Schiaparelli si sposa con un aristocratico da cui in seguito divorzia e inizia ad interessarsi alla moda per poter così esprimere la sua creatività. Elsa Schiaparelli è colei che getta le fondamenta della moda che ironizza su sé stessa: raggiunge l’apice del successo negli anni ’30 e decide di trasferirsi a New York dove dà inizio ad un periodo di floride vendite, commercializzando i propri abiti al grande pubblico attraverso i grandi magazzini e si spinge oltre diventando una dei primi designer a commercializzare i suoi capi attraverso la televisione. Il “ROSA SHOCKING” è il colore iconico che le permette di diventare famosa in tutto il mondo e che dà anche il nome al profumo commercializzato dalla maison il cui flacone ha la forma di un busto femminile.

La maison chiude nel 1954 e dopo quasi sessant’anni è acquistata Diego Della Valle che decide di rilanciarla con la collezione autunno-inverno 2013-2014 disegnata da Christian Lacroix. Inizialmente il progetto è di avere un direttore creativo diverso per ogni stagione ma l’idea cambia quando Marco Zanini (ex direttore creativo di Rochas) arriva al timone della maison dove rimane per due stagioni. Oggi la maison è diretta da Bertrand Guyon (con un passato da assistente da Givenchy prima e Valentino poi) che ha deciso di fondare la sua offerta di Haute Couture rimanendo fedele ai temi più cari ad Elsa ma riveduti e corretti così da essere adatti ad una cliente del XXI secolo. Quali sono questi temi? I ricami che disegnano occhi, stelle, cuori, bocche carnose con rossetti ovviamente rosa shocking, rotelle telefoniche con quel gusto per l’eccesso e il surreale al limite del kitsch che solo la stilista italiana riuscì ad offrire.


© 2016 Una Mosca Bianca. Creato da Minipago