IL ROSSO VALENTINO

Pochi colori sono iconici quanto il Rosso Valentino, un colore che, secondo la leggenda, sarebbe stato ideato dal grande sarto dopo un viaggio in Spagna. La stranezza del Rosso Valentino? Nessuna in particolare, è un rosso che sta tra il carminio, il porpora e il cadmio e che prende il nome dal sarto di Voghera che per primo lo immagina intorno alla fine degli anni ’60.

Ogni sua collezione contiene almeno un abito da sera di questo incredibile colore e, in alcune collezioni, si è arrivati a contare anche 5 o 6 outfit in questa incredibile tonalità di rosso.

Il Rosso Valentino è una delle grandi eredità aziendali (forse la più grande) e il marchio non è immaginabile senza il solito abito rosso, tanto che la coppia dei bravissimi Maria Grazia Chiuri e Pierpaolo Piccioli (attuali direttori creativi del marchio, nonché veri e unici eredi culturali del sarto) propone ogni stagione un abito rosso.

Il rosso era uno dei colori della Cina Imperiale e Valentino è riuscito a riportare la stessa eleganza, grazie e lusso della corte cinese grazie ad un solo colore: la magia dei cromatismi.