PRADA

La storia di Prada comincia molti anni prima dell’arrivo di Miuccia nell’attività di famiglia, quando la famiglia Prada era famosa per le sue pelletterie che vendeva alle signore della buona borghesia milanese. Con l’arrivo di Miuccia, nel lontano 1971, l’attività di famiglia comincia a subire una lenta ma sostanziale trasformazione che la porta all’inizio degli anni ’90 ad essere uno dei nomi di spicco dell’avant-garde mondiale. La casa di pelletterie sembra infatti aver capito che il clima della moda, a cavallo tra la fine degli anni ’80 e i primi anni ’90, sia favorevole per lanciare questo piccolo marchio di gran lusso (molto classico) nell’empireo della moda globale. La prima collezione di abbigliamento femminile è presentata nel 1988, segue nel 1993 la linea giovane Miu Miu, nel 1994 la linea uomo, nel 1997 Prada Sport (che rappresenta l’onda lunga del grande successo delle borse in nylon di Prada) e infine, nel 2000, Prada Beauty. Miuccia Prada supervisiona tutte le linee con il suo tocco anticonformista e individuale che la rende uno dei più incredibili fenomeni globali del sistema moda negli ultimi 40 anni.

Ogni stagione presenta la sua collezione che, amata oppure no, è sempre discussa da ogni addetto ai lavori e si trasforma in fonte di ispirazione per molti marchi che, rigorosamente, poi presentano collezioni ispirate alla sua. È impossibile capire se sia lei ad anticipare le mode degli altri o se siano gli altri ad ispirarsi a lei, in qualunque caso rimane uno degli esempi di stilisti più visionari della storia.