LA MARINIÉRE

Anche chiamata maglietta a righe, la Marinière (questo è il suo vero nome) comincia la sua storia nel 1858 quando viene inserita nella lista dei capi d’abbigliamento della Marina Nazionale Francese. Passa da capo per i marinaretti (da qui il suo nome) a capo di moda quando Mademoiselle Coco Chanel comincia ad usarla intorno agli anni ’30 durante le sue vacanze a Deauville e Biarritz. Coco Chanel passerà gran parte della sua carriera a rivisitare questo semplice capo, trasformandolo in icona per uomini e donne che cercano uno chic senza pari al mare come in città. Negli anni ’60 Jean Seberg la sdogana nel mondo del cinema nella sua interpretazione di À bout de souffle e da quel momento veramente tutti la vogliono nel loro armadio facendo la fortuna di marchi come Petit Bateau e Armor Lux (le migliori marinière al mondo); negli anni ’80 Jean Paul Gaultier fa un passo oltre e la trasforma da capo di abbigliamento in icona assoluta trasformandola nell’immagine di riferimento del suo marchio. È impossibile pensare di essere veramente chic senza una semplice marinière nell’armadio (la migliore è la classica bianca e blu ma si possono aggiungere anche le varianti in bianco e rosso, giallo o verde) da abbinare semplicemente con un paio di pantaloni khaki e le espadrilles, quasi una divisa sia maschile che femminile. Come sempre, la semplicità paga.