DALLA TRADIZIONE AFGANA: IL BURKA

Il burqa, o burka, indica un capo d'abbigliamento tradizionale delle donne di alcuni paesi di religione islamica, principalmente l'Afghanistan. Il Burqa è introdotto in Afghanistan all'inizio del 1900 durante il regno di Habibullah, che decide di imporlo alle duecento donne del suo harem in modo tale da non indurre in tentazione gli uomini quando si fossero trovate fuori dalla residenza reale. Diventa così un capo per le donne dei ceti superiori, che le protegge dagli sguardi del popolo.

Con il termine si indicano due tipi diversi di velo: il primo viene fissato sulla testa, coprendola interamente, permettendo di vedere solamente attraverso una finestrella all'altezza degli occhi ma lasciando gli occhi stessi scoperti.

L'altra forma, chiamata anche burqa completo o burqa afghano, è un abito, solitamente di colore blu, che copre sia la testa sia il corpo. All'altezza degli occhi può anche essere posta una retina che permette di vedere senza scoprire gli occhi della donna.


© 2016 Una Mosca Bianca. Creato da Minipago