Jacqueline KENNEDY: una grande icona ieri, oggi e domani

Jacqueline Kennedy Onassis rappresenta la più grande icona di stile statunitense a livello globale. Nata Jacqueline Bouvier in una prestigiosa famiglia della east coast, raggiunge la fama quando diventa prima la fidanzata e poi la moglie di colui che sarà uno dei più famosi presidenti degli Stati Uniti della storia, John F. Kennedy. Il suo stile rigoroso e ben definito, fatto di tailleur dello stilista americano Oleg Cassini, influenza la moda per almeno un paio di decenni a partire dal 1960 quando Kennedy si insedia alla Casa Bianca e lei indossa il suo intramontabile tailleur a sacchetto e il pillow hat (disegnato da un giovanissimo Halston) che diventerà una mania in tutto il mondo. Il suo stile è immortalato dalla stampa e, insieme al marito, rappresenta perfettamente quello stile wasp ma internazionale che la farà entrare di diritto nella lista delle donne meglio vestite al mondo tanto che il grande quotidiano WWD la soprannomina “Sua Eleganza”, nomignolo che porterà con sé anche dopo la prematura e violenta morte del marito. Unita da un legame fortissimo con Cassini, ella indossa anche le creazioni di altri grandi couturier come Hubert de Givenchy o (all’epoca del matrimonio con il magnate Aristotele Onassis) il nostro Valentino che le dedica la collezione del 1967 e realizza il suo abito per le seconde nozze con l’armatore greco. Nei suoi ultimi anni di vita si affida alla stilista newyorkese (ma di origine venezuelana) Carolina Herrera che cura il suo guardaroba in modo raffinato e garbato. Parecchi accessori sono legati all’immagine di Jacqueline (Jackie) Kennedy: dalla borsa a tracolla di Hermès con la classica fibbia ad H ai sandali capresi, dalla borsa di Gucci che porta il suo nome ai foulard di Hermès che tanto ha amato per tutta la sua vita, senza dimenticare i famosi occhiali ovali da sole che indossa durante tutti gli anni ’70.